Non faccia la commedia…

20130623-190625.jpg

Tosto il Mattatore, tosti gli allenamenti.

Niente di più ovvio, ma sicuramente ci sono infinite sfumature per la definizione di un aggettivo come “tosto” che forse ignoravamo ed, in cuor nostro, vorremmo continuare ad ignorare. Nel nostro caso, si tratta di 4 allenamenti alla settimana, di cui uno monitorato e guidato in persona pirsonalmente dal Mattatore, pari a circa 40 km alla settimana seguiti allunghi, esercizi di tonificazione e potenziamento. Un tocca sano per la prova costume. Il problema è che questa non è ancora la preparazione definitiva, ma solo il pre perché quella vera comincerà solo il 27 Luglio!

La prima settimana si conclude con l’allenamento di questa sera e, indolenzimento muscolare a parte, posso confermare che la passione è direttamente proporzionale alla qualità del tempo che si riesce a dedicare, unita alla fortuna di incontrare persone che della loro passione hanno fatto una professione a tempo pieno.

Ora la scelta è nelle proprie mani, si è ad un bivio netto e le opzioni sono: lasciare che le passioni permeino tutta la vita riempiendo ogni spazio vitale, oppure lasciare che le cose vadano un po’ per la loro strada, mantenere un interesse non troppo ossessivo e vedere cosa la vita può riservare, correndo il rischio che l’apatia e la pigrizia risultino più veloci di quanto si possa credere.

La nostra scelta è stata drastica ed ecco il motivo della comparsa del Mattatore.
A dire la verità il primo allenamento, un fartlek collinare di 10 slots da un minuto con relativi allunghi e riscaldamento, non è stato così catastrofico e per sdrammatizare e descrivere in modo ironico la sequenza di suggerimenti, consigli ricevuti mentre sbanfavamo a 36 gradi sul monte Stella a Milano, il filmato di Fantozzi a lezione di stecca sembra essere molto rappresentativo.

Una cosa ci accumuna: l’intransigenza dell’insegnante che ammette di prepararci per portare risultati dignitosi, nonostante noi volessimo solo arrivare fino in fondo, che ogni allenamento si porta a termine in qualunque condizione e che se ti viene sete durante l’allenamento…bhe pensa che fra 5/6 chilomentri sarà permesso un breve ristoro. Non ultimo, se pensavamo di farla franca rintanandoci 10 giorni in Grecia, il Mattatore pensa che le salite di Santorini siano un ottimo allenamento per il fiato ed i nostri teneri polpacci. “Come è umano lei!!”

Advertisements