Il potere di un Sorriso #smilingpower

20131009-095422.jpg

Quante cose non sappiamo o evitiamo di conoscere per la paura. Quante cose ci frenano dall’esplorare le immense possibilità che la vita ci pone davanti. Quante volte…basta solo un sorriso. Un semplice gesto, un movimento quasi involontario tanto insito e naturale, tanto piccolo che spesso ci si dimentica di farlo e con esso si dimentica il potere intrinseco che racchiude, che genera.
Il nuovo spot creato da Oral-B, in occasione della passata giornata mondiale del Sorriso, ci ricorda il valore inestimabile di un sorriso che dischiude realtà inaspettate.

Gli episodi selezionati sono raccontati da sequenze lente di immagini per assecondare la delicatezza dei contenuti e lasciare spazio alle diverse emozioni senza sminuirle o semplificarle in un atto unico. Le scene sono ricche di particolari che aiutano a definire meglio il contesto e la scelta di piani ravvicinati o primissimi piani enfatizza maggiormente la centralità degli stati d’animo del prima e del dopo. Certo, perché per ogni scena sono stati pensati 2 atti: il primo per contestualizzare ed il secondo che scioglie, dischiude la realtà e svela l’ignoto. Il sorriso è una tautologia auto avverante. Il sorriso attenua le tensioni, come nel caso del giovane candidato che contorce le mani in attesa che la porta si apra ed impacciato lascia cadere la giacca per ricontrollare il contenuto della valigetta. Rompe il ghiaccio della timidezza ed elimina l’empasse del primo incontro che ti fa nascondere dietro la gonna della nonna incapace di dire anche solo un semplice “ciao”. Il sorriso azzera l’imbarazzo delle situazioni più critiche dove vorresti semplicemente svanire nel nulla per la vergogna, come quando ti si rompe un sacchetto in mezzo alla strada ed una macchina deve rallentare. Un sorriso è liberatorio delle tensioni emotive e segna la volontà di un nuovo inizio.

Questo gesto, infatti, sia esso spontaneo ed involontario o veicolato per un fine comunicativo esprime al meglio lo stato d’animo interiore e predispone, in modo positivo, verso un atteggiamento di apertura verso quanto ci è di fronte, quanto ignoriamo o colui che non conosciamo ancora.
Un sorriso può trasformare la tua vita.
Ecco allora che la musica di distende, diventa più narrativa per lasciare spazio a quanto è rimasto in sospeso al termine del primo atto: la porta si apre al candidato, il bambino ricambia il sorriso offrendo non un pezzo, ma quasi tutto lo stecco di zucchero filato. L’automobilista non si spazientisce davanti all’imprevisto, ma sorprende con un atto di cavalleria e …Chi vivrà vedrà! L’ex impiegato si libera dalle costrizioni e scopre nuove opportunità.

È interessante evidenziare due elementi chiave del video che sono rappresentati, in primis, dalla totale assenza di voice over quasi a voler lasciare che il consumatore sia guidato dal realismo delle scene e dei sentimenti attraverso un percorso di riscoperta. Gli inserti grafici si allineano alla discrezione del messaggio, non sono invadenti, ma con fare sibillino dimostra la dimensione della componente sconosciuta per iniziare alla novità. I board con sfondo bianco richiamano alla mente i vecchi film muti, dove la sequenza delle immagini veniva appositamente inframmezzata da scritte per definire al meglio la scena, fornire maggiori dettagli e preparare l’attenzione del pubblico alle scene successive. In secondo luogo, la scelta dei verbi centrali delle main board rinvigoriscono il messaggio veicolato dagli episodi selezionati: è in atto una trasformazione che nasce da un gesto semplice che illumina, accende prospettive inaspettate. Il sorriso esprime, in primis, gioia e felicità, il viso che si contrae in un sorriso ne è illuminato, cambia espressione e con esso cambia il punto di vista della situazione perché si pone un accento positivo a priori e si colgono sfumature che andrebbero perse altrimenti. L’ignoto si svela ed il semplice gesto dischiude, scopre le sue potenzialità

Il sorriso coglie spontaneamente i bambini fin dai primissimi mesi d’infanzia, viene dunque appreso per imitazione, ma cresce e matura con l’esperienza per assumere tutte le sfaccettature dell’espressione umana, ma troppo spesso viene considerato un atto inconsapevole, un appendice del nostro essere, non una parte significativamente integrante di noi. Il detto “Un sorriso vale più di mille parole!” Sembra essere stato talmente assimilato da non suscitare più alcuna sorpresa durante la quotidianità, ma quella stessa realtà è composta di episodi semplici come quelli rappresentati nel video, tanto semplici da segnare importanti svolte nella vita di chi li ha affrontati con slancio e apertura. Accendi il sorriso, scopri il suo potere!

http://m.youtube.com/watch?v=519c_Bs4u2s

20131009-095435.jpg

Advertisements